“Rifugiato a casa mia”: Progetto di accoglienza per rifugiati e titolari di protezione internazionale

Il progetto Rifugiato a casa mia, promosso da Caritas Italiana, si è conluso a giugno 2014 e ha coinvolto 13 realtà Caritas diocesane di tutta Italia (tra cui Caritas Ambrosiana) al fine di sperimentare una forma di accoglienza diffusa in famiglie di rifugiati e titolari di protezione internazionale.
Nella consapevolezza che il sistema nazionale di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale e rifugiati mostra diverse criticità sia in riferimento alla capienza che alla qualità dell’accoglienza, si intendeva intervenire con una proposta volta a sperimentare un approccio innovativo attraverso il coinvolgimento della comunità cristiana.
Il progetto consisteva infatti nella sperimentazione (progetto “pilota”) di forme di accoglienza in famiglia di richiedenti protezione internazionale e/o di rifugiati (40 in tutto), da attivare, nel corso del 2013, attraverso il circuito delle Caritas diocesane già coinvolte nella gestione di questa particolare categoria di destinatari.
Rispetto alle consuete modalità di accoglienza presso strutture o case famiglia, il nucleo del progetto consisteva nell’assegnare centralità alla famiglia, concepita come luogo fisico e insieme sistema di relazioni in grado di supportare il processo di inclusione, al fine di portarlo a compimento, attraverso il raggiungimento di quel grado di autonomia che consentirebbe ai beneficiari di emanciparsi dalle forme di aiuto istituzionale o informale poste in essere dal terzo settore.
Il progetto era rivolto ad duplice target di destinatari: da un lato, i richiedenti protezione internazionale e i rifugiati ai quali si è proposta una forma di accoglienza alternativa ai circuiti istituzionali; dall’altro, le famiglie che hanno potuto sperimentarsi nell’accoglienza di persone provenienti da contesti e culture diversi. Con riferimento al primo target di beneficiari, ci si è rivolti a soggetti che hanno già sperimentato un periodo di accoglienza in altre strutture, anche afferenti alla rete delle Caritas diocesane, così da poter sostenere, con un minore rischio di fallibilità, forme di inserimento in famiglia.
Riguardo le famiglie, sono stati selezionati nuclei in grado di garantire le migliori condizioni per un’accoglienza protetta e finalizzata a percorsi di autonomia o semiautonomia delle persone accolte.
Attraverso le sue azioni progettuali il progetto Rifugiato a casa mia si è proposto quindi un duplice obiettivo:

  1. Per i richiedenti protezione e rifugiati: raggiungimento dell’autonomia o semiautonomia attraverso l’accoglienza presso famiglie della comunità cristiana.

  2. Per le famiglie che accolgono: vivere, attraverso la convivenza con persone provenienti da altri paesi, un’esperienza di solidarietà e di condivisione, che auspichiamo possa essere condivisa con la comunità cristiana di riferimento della famiglia ospitante, comunità che potrebbe supportare, in forme diverse, la famiglia nel percorso di accoglienza.


Per maggiori informazioni, chiarimenti su questa sperimentazione potete scrivere a Caritas Ambrosiana Area Stranieri o telefonare al +390276037337 




photo credit: rinoplatania via photopin cc

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
10/09/2022
Convegni

Convegno Diocesano Caritas Decanali 2022

Sabato 10 settembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana e in presenza (posti limitati su invito) presso la sede della Caritas Ambrosiana, Via S. Bernardino 4. “La via del Vangelo è la pace. Pregare per la pace: relazioni giuste e alleanze di pace.”...

21/07/2022
Iniziative

Il menù della poesia - Refettorio Ambrosiano

Nell’ambito di «Milano è viva nei quartieri», il Teatro dell’Elfo presenta «Il menù della poesia»: nella mensa solidale di piazza Greco cene con spettacolo il 21 luglio, il 7 e il 22 settembre...

05/07/2022
Convegni

Il valore della cura

5 luglio • ore 9.30-13.00 presso la sede diCaritas Ambrosiana via san Bernardino 4, Milano e in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana. Carenza di educatori e di altre figure professionali: proposte per affrontare un’emergenza nazionale che incide su persone, famiglie, servizi e comunità locali...

05/07/2022
Iniziative

Mai più stragi

5 luglio, ore 19, piazza Duca d’Aosta (davanti Stazione Centrale), Milano. Mai più stragi, mai più soli: scendiamo in piazza come scorta civica. In piazza, insieme, perché nessuno sia più solo: martedì 5 luglio alle ore 19 davanti alla Stazione Centrale di Milano manifesteremo a sostegno del procuratore Nicola Gratteri e di tutti i cittadini che rischiano la vita contro le mafie...

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Giovani fragili apritevi al mondo

Sono usciti dalla stagione pandemica marchiati da segni profondi. Anche se invisibili. Il virus ha fatto, tra le loro fila, molte meno vittime “fisiche” che tra i membri delle altre classi d’età. ...... Leggi qui


IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Regali solidali - Le prime consegne

Grazie alla generosità dei nostri sostenitori abbiamo iniziato la distribuzione di kit scolastici per i bambini ucraini ospitati presso il centro di Balti in Mo ...

Notizie
Tabella trasparenza
Trasparenza 2021

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2021 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta