La nostra attività

Attività dell'area:

  • studio e ricerca

  • informazione e sensibilizzazione

  • formazione di operatori e volontari

  • promozione di nuovi servizi

  • coordinamento delle realtà che si occupano di violenza alle donne

  • rapporti con le Istituzioni e con le Forze dell'ordine

  • intervento diretto con le donne: ascolto, accoglienza, ospitalità.

Da anni il Se.D collabora in rete con altri servizi antiviolenza e servizi pubblici del territorio impegnati nella tutela, nella presa in carico e nell'accompagnamento verso l'autonomia, di donne vittime di violenza e maltrattamento intrafamiliare. Evidenziamo che le situazioni delle donne maltrattate che si presentano ai servizi sono sempre più multiproblematiche, che richiedono pertanto risposte complesse e integrate
Grazie al contributo economico del Comune di Milano sulla base di sollecitazione di alcuni Consiglieri, è stato possibile avviare un progetto in rete denominato "Verso l'autonomia". Caritas Ambrosiana ha ampliato gli orari di apertura del Se.D. e ha potenziato l'offerta di ospitalità per donne maltrattate attraverso le strutture di ospitalità in rete con la Caritas. Il progetto prevede il contributo di altri enti: S.V.S. - Servizio Violenza Sessuale presso la Mangiagalli (interventi di emergenza e supporto medico), Cerchi d'acqua (cooperativa che offre sostegno psicologico e legale), il coordinamento donne della Cgil, Cisl e Uil (per la produzione e distribuzione di materiale informativo a tutela della donna).



Dati sull'attività
Dall'ultimo rapporto di attività, che riguarda il 2012, emerge che sono arrivate al Servizio 143 richieste che hanno presentato situazioni strettamente legate al maltrattamento intrafamiliare, per ricevere consulenze o per essere prese in carico; di fatto hanno poi sviluppato un percorso 44 donne, sia pur in maniera differenziata e precisamente: 33 che, pur rimanendo presso la propria casa, hanno chiesto di essere aiutate rispetto alla loro situazione di maltrattamento; 11 sono state le donne accolte nelle varie comunità e accompagnate nel loro progetto.
Circa il %24 delle richieste proviene dalle dirette interessate o da familiari e conoscenti, il 18% da centri di ascolto Caritas e il 21% da enti pubblici o da ospedali.
E' da precisare che la differenza tra la richiesta di ospitalità rispetto alla richiesta di aiuto da parte di donne che comunque decidono di rimanere presso la propria abitazione, non è solo determinata dalla gravità oggettiva del maltrattamento, ma anche dalla percezione che la donna ha del pericolo a cui può andare incontro e al suo livello di tollerabilità. Da ciò si può dedurre che nell'avvio del rapporto, quando la conoscenza è ancora limitata, l'operatrice è esposta alla grossa responsabilità di dover valutare il rischio per la donna per orientarla nella maniera più adeguata.
Le donne che si sono rivolte al Se.D. sono nel 55% dei casi donno straniere, e circa il 45% sono donne italiane.
 

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
27/04/2019
Corsi di formazione

ll Progetto Personalizzato a Partire dall’Ascolto

I due incontri formativi si propongono di aiutare gli operatori a confrontarsi su criticità e buone prassi

30/04/2019
Iniziative

Infocantieri 30 aprile

Se sei un giovane dai 18 ai 30 anni che vive nella diocesi di Milano e quest'estate vuoi fare un campo estivo, vieni a sentire la nostra proposta

10/05/2019
Corsi di formazione

Cause di Migrazione e Contesti di Origine dei Richiedenti Protezione I ...

Corso di formazione di 12 moduli formativi distribuiti su sei giornate per conoscere i contesti di origine dei richiedenti protezione internazionale e le cause che li spingono a migrare

15/04/2019
Convegni

Dieci anni di storie. Le sarte rom (e non) di Taivé si raccontano

Da dieci anni il Laboratorio Taivé offre alle donne percorsi formativi finalizzati a un inserimento lavorativo. Inizialmente rivolto a donne rom con bassi livelli di istruzione, se non analfabete, Taivé ha successivamente coinvolto anche donne non rom (ex carcerate, vittime di tratta e di violenza domestica, rifugiate) fino a diventare un vero e proprio laboratorio multiculturale.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Decreto sicurezza. Un sistema di non accoglienza

Il Decreto sicurezza, al contrario di quanto promesso, produrrà una situazione di emergenza nel nostro Paese.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Cinque per mille
5 per mille

Codice fiscale: 01704670155 - Sostieni il Rifugio Caritas per persone senza dimora in modo semplice e gratuito. Dona il tuo 5 per mille, scarica il modulo pre-c ...

Progetti in evidenza
Quaresima di fraternità 2019

I progetti proposti saranno realizzati in Bosnia Erzegovina, Kenya, Perù e Siria. Vai alla pagina dedicata, scarica i materiali disponibili che abbiamo preparat ...

Emergenze in corso
Emergenza Profughi nei Balcani

Caritas Ambrosiana grazie alla collaborazione con il network di Caritas è attiva da tempo nell’Emergenza Profughi nei Balcani

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2018 dalla pubblica ammini ...