Aggiornamento dall'Etiopia


La novità più significativa dell’ultimo periodo è che, con la firma della cessazione delle ostilità di novembre, con fatica, gli aiuti umanitari stanno raggiungendo i destinatari dell’intervento con maggior celerità e in un clima di sicurezza.
Non si sono cambiati gli obiettivi degli interventi che erano già in atto, perché le necessità sono rimaste le stesse; si sono purtroppo accentuate a partire dalla crisi ambientale e climatica che si è sovrapposta ad uno dei conflitti più cruenti degli ultimi anni.
Nell'Africa orientale, infatti, ed in particolare in Etiopia, la peggiore siccità degli ultimi 40 anni sta aggravando una crisi di instabilità politica e sociale dovuta alla recente guerra civile che si aggiunge, a sua volta, all'inflazione dei prezzi del grano legata alla guerra in Ucraina.
In Etiopia, Somalia e Kenya si sta verificando l’ennesima stagione delle piogge poverissima d’acqua, per il quinto anno consecutivo: si prevede che la produzione agricola e zootecnica sarà ben al di sotto della media ancora una volta.


Fonti Onu indicano che, in Etiopia, in tutto il sud nelle aree corrispondenti alle diocesi di Soddo, Hawassa e Bale-Robe, oltre 20 milioni di persone vivono nell’insicurezza alimentare e hanno un urgente ed estremo bisogno di assistenza. Continuano le migrazioni interne.
Qualche dato dell’ONU è sufficiente per cogliere quanto la situazione sia davvero allarmante:
in particolare tra 4-8 milioni di capi di bestiame sono morti nelle aree rurali con la possibilità che il rischio di mortalità si allarghi a 25 milioni, peggiorando sia lo stato nutrizionale delle comunità che le possibilità di far fronte ai disagi crescenti.
Per assurdo, situazione sempre più possibile per i cambiamenti climatici, le regioni di Gambella e Amhara, sono state colpite da inondazioni che stanno avendo un impatto particolarmente pesante per circa 1,7 milioni di persone.


I finanziamenti per le molteplici emergenze dell'Etiopia sono insufficienti.
Per la siccità, i donatori hanno contribuito con 700 milioni di dollari che hanno garantito un aiuto a oltre 8 milioni di persone con il cibo, 1,4 milioni di persone con integratori alimentari, 2,9 milioni di persone con sostegno agricolo e 2,5 milioni di persone con acqua, e materiali per l’igiene.
Nonostante la cifra possa apparire importante rimane lontana dalla copertura rispetto alle estese esigenze, che crescono ad ogni passaggio a vuoto della stagione delle piogge.
Un piano semestrale di risposta alla siccità è stato aggiornato e pubblicato l'8 settembre dalle Nazioni Unite.
Questo è parte integrante dell'insieme degli interventi previsti dal Piano di risposta umanitaria (HRP) in cui si aggiungono numerosi programmi regionali che cercano di favorire la resilienza delle comunità e delle famiglie.


AGGIORNAMENTO SULLA RISPOSTA DELLA CARITAS
In generale, i tre uffici della Caritas stanno rispondendo attraverso progetti in corso che possono essere adattati a soddisfare le esigenze attuali oltre a lavorare con le risorse minime a disposizione in collaborazione con le congregazioni ecclesiali e altre organizzazioni laiche disponibili.
Alcuni recenti interventi si aggiungono a tutto il programma in corso, in particolare nell’area di Bale-Robe, una delle più colpite:
- fornitura di sementi e disinfettanti per l'acqua a 6.200 famiglie
- preparazione di alloggi di emergenza e distribuzione di articoli vari di prioritaria necessità (sanitari, per l’igiene e la prevenzione di epidemie) a 2.700 famiglie sfollate


newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
13/06/2024
Convegni

20 anni di educazione al debito responsabile e di prevenzione dell’usu ...

Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 - Università Cattolica del Sacro Cuore - Largo Agostino Gemelli 1 - Milano - Sala Pio XI. Iscriviti gratuitamente all'evento. Il convegno sarà dedicato ai temi del sovra indebitamento delle famiglie, delle disuguaglianze sociali ed economiche e del contrasto all’usura...

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

20/05/2024
Convegni

Una riforma che si fa attendere

La Commissione Anziani di Caritas Ambrosiana propone uno spazio di confronto in cui fare il punto sulle politiche a favore delle persone anziane

17/05/2024
Iniziative

Fango - Storia di un'alluvione e di profonda umanità

Reading teatrale sull'alluvione in Emilia-Romagna.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
L’europa con un’anima, fiaccola di speranza
Ma a noi, a noi Caritas, a noi cristiani, a noi operatori e volontari impegnati sugli aspri fronti della lotta alla povertà, dell’impegno per l’eguaglianza, della costruzione della pace, alla fin dei conti che c’importa dell’Europa?... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza