Giustizia e pace. Da consolidare ogni giorno


Il più scontato degli stereotipi: sarà un autunno caldo. Ma non è difficile pensare che andrà proprio così. Le avvisaglie le conosciamo tutti. E non sono incoraggianti: inflazione alle stelle, bollette energetiche fuori controllo, forte impatto sui bilanci in bilico di milioni di famiglie (senza contare i 2 milioni di nuclei che, in Italia, già da almeno un biennio sopravvivono sotto la soglia di povertà assoluta), rischio decimazione per la miriade di microimprese che punteggiano il nostro Paese. Nei centri d’ascolto Caritas, l’aggravarsi delle difficoltà sperimentate da ampi segmenti di popolazione era già percepibile da tempo. Ora si attende l’onda di piena causata dall’impennata dei prezzi dell’energia e dall’eventuale connessa perdita di posti di lavoro. Statisticamente, gli effetti di questo scenario saranno rilevabili più avanti, ma nei fatti l’incremento delle richieste di aiuto non tarderà a manifestarsi. E richiederà a tutti supplementi di generosità e condivisione.

Alla radice di questo imminente panorama di sofferenze socio-economiche sta un insieme complesso di fattori. Non tutto, persino la stessa fiammata inflattiva, è riducibile alle conseguenze della guerra scoppiata nel cuore dell’Europa a causa dell’aggressione russa all’Ucraina. Ma è indubbio che il conflitto che si trascina ormai da mesi abbia modificato in profondità, e naturalmente in peggio, i fondamenti economici dell’intero continente, minacciando di innescare una pesante crisi sociale.

Se un – paradossale, terribile – pregio si può attribuire, a questo fosco scenario, è aver ricordato a noi italiani ed europei, dopo quasi otto decenni e almeno tre generazioni, che la pace è un bene fragile e inestimabile. Non solo sul piano politico, militare, diplomatico. Ma anche perché garantisce una cornice di stabilità e cooperazione, nella quale le sorti di popoli, famiglie e individui possono dispiegarsi liberamente verso un orizzonte di almeno tendenziale progresso. Invece le guerre sono benedizione per alcuni (pochissimi) mercanti di morte e di speculazione, e maledizione per la generalità delle persone.

Dunque la pace garantisce giustizia. Ma vale anche l’inverso: senza giustizia (sociale), le relazioni tra popoli e gruppi sociali si guastano, e le disuguaglianze e le discriminazioni, oltre un certo livello, producono tensioni foriere di guerra. Lo sanno bene tanti popoli, vittime di ingiustizie e tirannie che hanno partorito sanguinosi conflitti, sovente dimenticati o degnati di attenzioni mediatiche superficiali e svogliate.

Caritas Ambrosiana ha aperto il nuovo anno pastorale, il 10 settembre, dedicando il tradizionale convegno diocesano delle Caritas decanali al tema “La via del Vangelo è la pace. Pregare per la pace: relazioni giuste e alleanze di pace”. Per ricordare a se stessa, e a tutti i fedeli e i cittadini, l’inscindibile connessione tra le dimensioni della giustizia e della pace. Un connubio da consolidare ogni giorno. A partire dalle relazioni che segnano la nostra quotidianità e le nostre comunità. Un impegno dal basso, che non risolverà (almeno nell’immediato) le tensioni internazionali. Ma servirà per indicare, anche ai grandi della terra, che per districare i nodi della convivenza vi sono metodi umani e sostenibili: e non sono quelli costituiti dall’uso della forza, delle armi, della prevaricazione.

Luciano Gualzetti


Leggi tutto l'inserto Farsi Prossimo sul Segno di Ottobre 2022
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
13/06/2024
Convegni

20 anni di educazione al debito responsabile e di prevenzione dell’usu ...

Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 - Università Cattolica del Sacro Cuore - Largo Agostino Gemelli 1 - Milano - Sala Pio XI. Iscriviti gratuitamente all'evento. Il convegno sarà dedicato ai temi del sovra indebitamento delle famiglie, delle disuguaglianze sociali ed economiche e del contrasto all’usura...

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

20/05/2024
Convegni

Una riforma che si fa attendere

La Commissione Anziani di Caritas Ambrosiana propone uno spazio di confronto in cui fare il punto sulle politiche a favore delle persone anziane

17/05/2024
Iniziative

Fango - Storia di un'alluvione e di profonda umanità

Reading teatrale sull'alluvione in Emilia-Romagna.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
L’europa con un’anima, fiaccola di speranza
Ma a noi, a noi Caritas, a noi cristiani, a noi operatori e volontari impegnati sugli aspri fronti della lotta alla povertà, dell’impegno per l’eguaglianza, della costruzione della pace, alla fin dei conti che c’importa dell’Europa?... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza