Due mani in più

L'aumento della popolazione in età anziana - l'Italia è uno dei paesi più longevi al mondo - è ormai una realtà: si vive più a lungo ed in condizioni di salute e benessere impensabili fino a pochi decenni fa; anche il ruolo e la valorizzazione dell'anzianità attiva sembrano ormai consolidati. Al tempo stesso il fenomeno si accompagna alla inevitabile crescita di aree problematiche: le malattie di lunga durata, la non autosufficienza, la solitudine e i disagi delle età estreme. Soprattutto nelle aree metropolitane la frammentazione delle reti familiare e del tessuto sociale e di comunità rendono più acuti i problemi degli anziani più fragili e meno autonomi. E' urgente un radicale ripensamento dei modelli di convivenza e di sostegno. Non servono solo nuovi servizi, ma anche la ricostruzione di una rete di relazioni umane significative, capace di sostenere i più anziani nella quotidianità e nei possibili momenti di crisi. A sostegno dei più anziani Coop Lombardia e Caritas Ambrosiana hanno avviato da alcuni anni un nuovo progetto che ha per oggetto la consegna gratuita della spesa a domicilio ad anziani fragili. Il progetto si colloca all'interno di un intervento più ampio: l'obiettivo finale è la costruzione di un sistema di sostegno alla vecchiaia fondato sul rafforzamento delle reti naturali di comunità, sulla qualificazione degli interventi di volontariato e sulla migliore integrazione coi servizi territorriali istituzionali e no profit. La consegna della spesa è gratuita, ed è riservata ad anziani con più di 70 anni in condizioni di disagio o riduzione dell'autonomia. Il progetto, cofinanziato da Coop Lombardia e Caritas Ambrosiana, è gestito dai soci Coop, dai volontari Caritas del quartiere e da cooperative sociali del Consorzio Farsi Prossimo, promosso da Caritas Ambrosiana per la gestione di servizi alla persona. Le persone sono segnalate dagli operatori del Centro multiservizi anziani del Comune di Milano e dalla rete di vicini e volontariato. E' stato attivato un call center che raccoglie le richieste e mantiene i rapporti con gli anziani destinatari del servizio. Le richieste sono quotidianamente comunicate all'Ipercoop i cui addetti provvedono a confezionare le spese in sacchetti individuali. Questi sono ritirati dagli operatori di Filo di Arianna e recapitate, con la collaborazione dei volontari Coop e Caritas, ai singoli anziani. Un sistema di codici garantisce la riservatezza delle persone, mentre il momento della consegna è - volutamente - l'occasione per scambiare due chiacchere, ascoltare, informarsi, cogliere nuove esigenze. Lo stesso call center ha assunto le caratteristiche di un vero e proprio telefono amico, cui l'anziano può rivolgersi per necessità che oltrepassano la singola ordinazione. L'intervento si affianca ad altri che operatori e volontari Caritas e di altre organizzazioni di volontariato stanno conducendo nel quartiere ed in altre zone milanesi: consegna dei pasti, accompagnamenti, ritiro e consegna di farmaci ed altri presidi sanitari, sostegno domiciliare, ascolto e supporto psicologico.

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
27/04/2019
Corsi di formazione

ll Progetto Personalizzato a Partire dall’Ascolto

I due incontri formativi si propongono di aiutare gli operatori a confrontarsi su criticità e buone prassi

30/04/2019
Iniziative

Infocantieri 30 aprile

Se sei un giovane dai 18 ai 30 anni che vive nella diocesi di Milano e quest'estate vuoi fare un campo estivo, vieni a sentire la nostra proposta

10/05/2019
Corsi di formazione

Cause di Migrazione e Contesti di Origine dei Richiedenti Protezione I ...

Corso di formazione di 12 moduli formativi distribuiti su sei giornate per conoscere i contesti di origine dei richiedenti protezione internazionale e le cause che li spingono a migrare

15/04/2019
Convegni

Dieci anni di storie. Le sarte rom (e non) di Taivé si raccontano

Da dieci anni il Laboratorio Taivé offre alle donne percorsi formativi finalizzati a un inserimento lavorativo. Inizialmente rivolto a donne rom con bassi livelli di istruzione, se non analfabete, Taivé ha successivamente coinvolto anche donne non rom (ex carcerate, vittime di tratta e di violenza domestica, rifugiate) fino a diventare un vero e proprio laboratorio multiculturale.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Decreto sicurezza. Un sistema di non accoglienza

Il Decreto sicurezza, al contrario di quanto promesso, produrrà una situazione di emergenza nel nostro Paese.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Cinque per mille
5 per mille

Codice fiscale: 01704670155 - Sostieni il Rifugio Caritas per persone senza dimora in modo semplice e gratuito. Dona il tuo 5 per mille, scarica il modulo pre-c ...

Progetti in evidenza
Quaresima di fraternità 2019

I progetti proposti saranno realizzati in Bosnia Erzegovina, Kenya, Perù e Siria. Vai alla pagina dedicata, scarica i materiali disponibili che abbiamo preparat ...

Emergenze in corso
Emergenza Profughi nei Balcani

Caritas Ambrosiana grazie alla collaborazione con il network di Caritas è attiva da tempo nell’Emergenza Profughi nei Balcani

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2018 dalla pubblica ammini ...