Lavoro più qualificato e flessibile

Creare percorsi per aiutare i disoccupati a reinserirsi nel mondo del lavoro. Questo l’obiettivo della seconda fase del Fondo Famiglia lavoro. E per conoscere le figure professionali più ricercate, nel distretto di Lecco è iniziata un’analisi approfondita sul territorio. «Abbiamo cercato di raccogliere tutte le informazioni disponibili per avere un’idea chiara dei bisogni delle imprese: in base alle richieste organizzeremo il lavoro dei prossimi mesi, per aiutare le persone che hanno perso il lavoro negli ultimi due anni», ha spiegato Matteo Ripamonti, responsabile del Distretto di Lecco.
    Dall’indagine emergono alcune linee di tendenza. Tiene il settore manifatturiero, comparto tradizionale di questa zona. Mentre nascono nuove possibilità offerte in particolare dal settore del turismo e della ristorazione, come cuochi, camerieri, addetti al marketing e agli eventi per la promozione del territorio. Nel primo caso le barriere di accesso sono più alte rispetto al passato. Si cercano figure professionali con qualifiche specifiche, non più operai generici: per esempio, operai meccanici industriali o addetti allo stampaggio su plastica o su altri materiali. Nel caso del turismo, invece, è richiesta grande flessibilità.
     Un mondo del lavoro, dunque,  in continuo cambiamento che pretende dimestichezza con tecnologie all’avanguardia, lingue straniere, aggiornamento continuo. Professioni senza orari, in cui spesso diventa difficile conciliare famiglia e lavoro. Caratteristiche dalle quali sono molto distanti le persone che si sono rivolte al Fondo «Gli extracomunitari hanno accumulato tantissima esperienza con le agenzie di lavoro interinale, ma con un percorso troppo frazionato per mansioni e competenze e con incarichi precedenti molto modeste – sottolinea Ripamonti - Molti sono coloro che dicono di aver fatto il muratore. Ma si tratta per lo più di manodopera di basso livello». «Gli italiani, invece,  - continua Ripamonti - sono soprattutto uomini 50enni, che hanno lavorato per ventidue o ventitre anni nella stessa azienda, con incarichi generici o poco qualificati. Hanno svolto un solo lavoro per tutta la vita, sono rimasti a casa perché l’azienda ha chiuso o ha fatto tagli al personale e fanno fatica a ricollocarsi: spesso la loro figura professionale oggi non esiste nemmeno più. Molto demotivati, con una bassa stima di sè a causa dei continui rifiuti. Fanno fatica a ripartire ed è molto difficile aiutarli a capire che hanno ancora qualcosa da dire e da fare per la società» commenta Ripamonti.

    Per saperne di più www.fondofamiglialavoro.it

 

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
10/09/2022
Convegni

Convegno Diocesano Caritas Decanali 2022

Sabato 10 settembre dalle ore 9.00 alle ore 13.00 in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana e in presenza (posti limitati su invito) presso la sede della Caritas Ambrosiana, Via S. Bernardino 4. “La via del Vangelo è la pace. Pregare per la pace: relazioni giuste e alleanze di pace.”...

21/07/2022
Iniziative

Il menù della poesia - Refettorio Ambrosiano

Nell’ambito di «Milano è viva nei quartieri», il Teatro dell’Elfo presenta «Il menù della poesia»: nella mensa solidale di piazza Greco cene con spettacolo il 21 luglio, il 7 e il 22 settembre...

05/07/2022
Convegni

Il valore della cura

5 luglio • ore 9.30-13.00 presso la sede diCaritas Ambrosiana via san Bernardino 4, Milano e in diretta streaming sul canale Youtube di Caritas Ambrosiana. Carenza di educatori e di altre figure professionali: proposte per affrontare un’emergenza nazionale che incide su persone, famiglie, servizi e comunità locali...

05/07/2022
Iniziative

Mai più stragi

5 luglio, ore 19, piazza Duca d’Aosta (davanti Stazione Centrale), Milano. Mai più stragi, mai più soli: scendiamo in piazza come scorta civica. In piazza, insieme, perché nessuno sia più solo: martedì 5 luglio alle ore 19 davanti alla Stazione Centrale di Milano manifesteremo a sostegno del procuratore Nicola Gratteri e di tutti i cittadini che rischiano la vita contro le mafie...

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Giovani fragili apritevi al mondo

Sono usciti dalla stagione pandemica marchiati da segni profondi. Anche se invisibili. Il virus ha fatto, tra le loro fila, molte meno vittime “fisiche” che tra i membri delle altre classi d’età. ...... Leggi qui


IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Regali solidali - Le prime consegne

Grazie alla generosità dei nostri sostenitori abbiamo iniziato la distribuzione di kit scolastici per i bambini ucraini ospitati presso il centro di Balti in Mo ...

Notizie
Tabella trasparenza
Trasparenza 2021

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2021 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta