Caritas in Romagna: si asciuga, si progetta

Due operatori e tre volontari di Caritas Ambrosiana (dopo un intervento d’aiuto effettuato a inizio maggio, all’indomani delle prime inondazioni) da inizio settimana sono attivi a Faenza, all’interno del Centro operativo interdiocesano costituito dalle Caritas di Faenza-Modigliana, Cesena-Sarsina, Forlì-Bertinoro, Imola e Ravenna-Cervia per coordinare gli aiuti nei territori alluvionati della Romagna (un hub logistico per stoccare e movimentare materiali è invece operante a Reggio Emilia).


 
Con sé, gli operatori ambrosiani hanno portato macchinari (idropulitrici elettriche e con motore a scoppio, aspiraliquidi, gruppi elettrogeni, deumidificatori) immediatamente messi all’opera nell’ambito delle operazioni di asciugatura e pulizia, cui la rete Caritas contribuisce. Lo stock di aiuti si somma ad altri provenienti, tramite la rete Caritas, da diverse parti d’Italia ed è il primo di una serie che Caritas Ambrosiana si è impegnata ad assicurare, per rendere sempre più capillare l’opera di soccorso che viene svolta in favore di famiglie ancora alle prese con alloggi ed edifici allagati e colmi di fango. Per dotarsi delle attrezzature necessarie, Caritas si appella alla generosità di fedeli, cittadini e aziende presenti nei territori ambrosiani.


 
Alle operazioni di pulizia e asciugatura contribuiscono operatori e volontari “storici” delle Caritas emiliano-romagnole, ma anche molti volontari che si sono spontaneamente resi disponibili dopo l’alluvione di metà maggio; tra costoro, molti giovanissimi e giovani, che per giorni hanno spalato, deumidificato e pulito decine e decine di abitazioni, prima di far ritorno sui banchi di scuola. Gli interventi sono coordinati da responsabili che hanno ricevuto, dagli operatori ambrosiani, adeguata formazione circa l’uso delle attrezzature.
 
Gli interventi si svolgono secondo bisogni raccolti e filtrati dalla rete delle Caritas, diocesane e parrocchiali, e dei Centri d’ascolto presenti nei territori alluvionati. Viene data priorità alle situazioni in cui ancora è impedito il ritorno di persone e famiglie in abitazione (alloggi al pian terreno), specialmente quando riguardano soggetti vulnerabili (nuclei con anziani, disabili, in situazione di disagio sociale, con molti figli). Ogni squadra di volontari è composta da 4-5 persone, di cui uno formato e adibito all’ascolto dei beneficiari e dei loro bisogni.

 
Dall'emergenza al progetto
I responsabili del Centro operativo interdiocesano e i rappresentanti di Caritas Ambrosiana, mentre coordinano gli interventi d’urgenza, stanno cominciando a mettere a fuoco progetti per il medio-lungo periodo. Oltre a preventivare azioni specifiche per il ripristino definitivo delle abitazioni di nuclei e persone fragili, una prima prospettiva di lavoro riguarda la riattivazione del centro diurno “Cimatti” a Faenza, che prima dell’alluvione offriva servizi ad anziani parzialmente non autosufficienti con problemi fisici e psichici. Inoltre si sta ragionando sull’impiego di volontari, nei prossimi mesi, per supportare le azioni materiali e socio-educative che saranno condotte. Altri progetti seguiranno, destinati a durare per mesi e anni; la loro estensione ed efficacia dipenderà anche dal successo della raccolta fondi che Caritas Ambrosiana, dopo l’incoraggiante esordio, mantiene aperta e alla quale esorta fedeli e cittadini ad aderire.
 
Nel frattempo Luciano Gualzetti, direttore di Caritas Ambrosiana e presidente della Consulta nazionale antiusura “San Giovanni Paolo II”, ha rilasciato una dichiarazione in merito alla decisione del governo nazionale, assunta nel decreto legge sull’emergenza alluvionale approvato dal Consiglio dei ministri il 23 maggio, che autorizza fino al 31 dicembre l’Agenzia delle dogane e dei monopoli a effettuare estrazioni straordinarie di Lotto e Superenalotto, per ricavare risorse da destinare alla copertura degli interventi nelle provincie alluvionate. «Le risorse di solidarietà – ha dichiarato Gualzetti – non possono essere frutto di un circuito che produce indebitamento, usura, criminalità, patologie psico-fisiche, licenziamenti, fallimenti. I governi succedutisi negli ultimi anni non hanno mai messo mano a una riforma sostanziale del settore, puntando a ridurre l’offerta e il consumo di azzardo, e i guasti sociali ingenti che essi producono. Eppure è accertato che le entrate fiscali negli anni sono diminuite, rispetto alla spesa sostenuta dai cittadini e ai profitti incamerati dalle aziende, entrambi in aumento. La solidarietà agli alluvionati con le risorse dell’azzardo rischia di alimentare un ciclo vizioso, che sposterà la povertà da una parte all’altra dell’economia e del paese. Ciò, non solo ha poco di solidale, ma non è degno di un paese civile e democratico».


CARITAS AMBROSIANA NON RACCOGLIE DA PRIVATI INDUMENTI, GENERI ALIMENTARI, COPERTE, FARMACI O QUALSIASI ALTRO PRODOTTO.
Per qualsiasi informazione scrivere un'email a emergenze@caritasambrosiana.it



MATERIALI PER LA PROMOZIONE E PER LE PARROCCHIE

Manifesto A3 in formato PDF da scaricare e stampare
Depliant A4 in formato PDF da scaricare e stampare
Immagine Whatsapp/Telegram da scaricare e inviare



 

COME DONARE


Dona Ora con Carta di Credito

Pagina di donazione alternativa


IN POSTA
C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S. Bernardino 4 - 20122 Milano.
 
CON BONIFICO
C/C presso il Banco BPM Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN:IT82Q0503401647000000064700

CAUSALE OFFERTA: Alluvione Emilia Romagna

Per motivi di privacy le banche non ci inviano i dati di chi fa un bonifico per sostenere i nostri progetti.

Se vuoi ricevere la ricevuta fiscale o il ringraziamento per la tua donazione contatta il nostro numero dedicato ai donatori al numero 02.40703424

IMPORTANTE
Caritas Ambrosiana non effettua raccolte di vestiti, generi alimentari, medicinali, coperte o qualsiasi altro bene in quanto non possiamo garantire il trasporto Caritas Ambrosiana raccoglie solamente offerte in denaro.
Caritas Ambrosiana invita le Caritas sul territorio della diocesi ad attenersi a questa indicazione.




Per le offerte effettuate dal 1° gennaio 2021 Caritas Ambrosiana è tenuta a comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati delle erogazioni liberali per consentire l’inserimento delle stesse nelle dichiarazioni precompilate ai fini di detraibilità e/o deducibilità fiscale.
La scadenza per l’invio dei dati da parte di Caritas Ambrosiana è il 16 marzo 2024.
Per poter adempiere a ciò è necessario che Caritas sia in possesso dei dati fiscali di chi effettua la donazione entro la fine del 2023.
 
Comunica subito i tuoi dati quando fai una donazione così da non perdere l’occasione. 
 
Per effettuare l’opposizione alla comunicazione è possibile seguire la procedura indicata sul sito www.agenziaentrate.gov.it.

 
Per qualsiasi informazione 02.40703424
 
Le donazioni sono detraibili/deducibili fiscalmente



Percentuale donazione destinata ai progetti
 
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
23/07/2024
Iniziative

Il pranzo è servito

Caritas Ambrosiana, insieme alla sua Associazione Volontari e alla Cooperativa Farsi Prossimo, torna ad organizzare al refettorio Ambrosiano l'iniziativa del "Pranzo è servito"

26/09/2024
Iniziative

Serata informativa sull'affido familiare dei Minori Non Accompagnati

Serata informativa per approfondire il tema dell'affido familiare dei minori non accompagnati

13/06/2024
Convegni

20 anni di educazione al debito responsabile e di prevenzione dell’usu ...

Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 - Università Cattolica del Sacro Cuore - Largo Agostino Gemelli 1 - Milano - Sala Pio XI. Iscriviti gratuitamente all'evento. Il convegno sarà dedicato ai temi del sovra indebitamento delle famiglie, delle disuguaglianze sociali ed economiche e del contrasto all’usura...

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Sulla salute nessun azzardo, è tempo di responsabilità
Nel 2023 la somma raccolta in Italia dal gioco d’azzardo ha raggiunto un nuovo record, salendo a quota 147,7 miliardi di euro... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza