10 anni tessendo “reti” tra Italia e Nicaragua



I giovani di Caritas Ambrosiana ci portano nuovi volti e accenti, altre forme di percepire le cose, conoscenze da condividere, idee innovatrici, esperienze da replicare, forze che ci ravvivano. Molte mani che si uniscono alle nostre nel lavoro, nella pianificazione, nei momenti divertenti ma anche nei più difficili.
                                                         



Redes de Solidaridad
è una associazione nicaraguense senza fine di lucro che lavora per lo sviluppo del quartiere Nueva Vida. Questo quartiere è sorto nel 1998 nel municipio di Ciudad Sandino, nelle periferie della capitale Managua, come insediamento di emergenza per accogliere le persone colpite dall’uragano Mitch.
L’organizzazione si occupa di salute curativa e preventiva: scuola dell’infanzia, elementare e di formazione professionale, partecipazione cittadina, advocacy e sviluppo produttivo.
Il personale di Redes de Solidaridad, anche se variabile nel tempo, è di circa 40 persone che a livello professionale lavora quotidianamente come docente, medico, ingegneria, cucina, psicologia, bio-analisi clinica e tanto altro. L’equipe, composta quasi totalmente da nicaraguensi, è costituita da persone che hanno scelto di fare del proprio lavoro una forma di migliorare la vita di altri in situazione di bisogno. Per fare di Nueva Vida un quartiere più vivibile, per migliorare il Nicaragua con impegno, sforzo e affetto.

Ma con noi ci sono anche i giovani di Caritas Ambrosiana, persone che vengono dall’Italia, da molto lontano, estranei a Nueva Vida, ma che decidono di mettere a disposizione il proprio per ampliare e rafforzare le nostre Reti di Solidarietà


Impatto decisivo
“I volontari ci aiutano a essere più coscienti dei nostri diritti”. Una abitante di Nueva Vida.
Molti progetti che oggi funzionano con successo a Nueva Vida sono sorti da una idea geniale di questi giovani italiani. Persone che sono riuscite a vedere una opportunità dove noi vedevamo un problema. A volte una persona che ci ha messo a disposizione una risorsa per noi inarrivabile. Una forma originale di sensibilizzare e orientare gli alunni delle nostre scuole, lezioni di inglese per gli adolescenti che non saremmo riusciti ad offrire coi nostri mezzi, una idea per concedere micro-crediti a donne in situazione di povertà estrema.   
 
 
Incontro e dialogo
“Grazie a tanti volontari stranieri mi sono reso conto di quanto grande e diverso è il mondo”. Un giovane di Nueva Vida.
Oltre al sostengo concreto nelle attività e azioni che si sviluppano, la presenza di questi giovani di Caritas genera scambi e benefici più personali. Gli italiani scoprono una nuova lingua, parametri culturali diversi, altri sapori nella cucina. Gli abitanti di Nueva Vida si sorprendono dei costumi, del modo di vestire e dei valori che vengono da fuori. Tutti ci guadagnano, e in questa diversità si genera ricchezza, tolleranza e amicizia.
Dal primo giorno, i nostri amici italiani si integrano nei modi quotidiani nicaraguensi: viaggiano negli stessi bus, mangiano il nostro “gallopinto con tortilla de maíz” (riso fritto con fagioli e tortillas di granoturco), imparano le nostre parole e modi di dire, camminano per le strade calde di Nueva Vida, ... A loro volta ci hanno insegnato a fare la pasta della pizza, preparare una ricetta semplice e deliziosa come quella del tiramisù o a condire la pasta con la salsa al pesto.  
 
Impulsi per lo sviluppo sociale, culturale ed economico
“Ci mettono tanta energia come le persone di qua. E’ importante che non facciano ciò che noi possiamo fare, ma che condividano le proprie conoscenze” (una signora del quartiere Nueva Vida. ).

Non smette di sorprenderci l’energia ed entusiasmo che profondono i giovani di Caritas di fronte ad un problema che non è il loro e, in poco tempo, non lo sarà quando torneranno ai loro luoghi di origine. Rapidamente diventano una priorità assoluta la qualità dell’educazione dei bambini, il miglioramento delle condizioni abitative o come superare la povertà estrema di una famiglia del quartiere. Il desiderio di un lavoro ben fatto e il superamento di un obiettivo è lontano dalla ricerca di un riconoscimento personale o da una questione di orgoglio quando si lavora in maniera effettivamente solidale per il benessere dei nostri simili.
 
Le Reti che vanno oltre
“Mi ricordo molto dei volontari, mi mancano tanto…”. Una bimba della scuola elementare di Redes de Solidaridad.
Quando tornano in Italia, il loro Paese di origine, molti giovani che hanno vissuto un periodo qui con noi rimangono legati a Redes de Solidaridad e a Nueva Vida in un modo o nell’altro. Alcuni attraverso donazioni, in soldi e materiali. Altri hanno animato il proprio quartiere o città organizzando attività per far conoscere la situazione di qui. Molti sono serviti da collegamento con enti che finanziano progetti. Alcuni hanno consigliato ai propri amici di visitare il Nicaragua e di fare un’esperienza come la loro.  
 
Fino al 2014 sono passati di qua 18 giovani inviati da Caritas Ambrosiana.
36 mani unite alle nostre, per tutto un anno, per Nueva Vida.
E quasi sempre il tempo è volato via
 
Non sempre possono compiere il proprio sogno di ritornare qui. Ma tutti lasciano ammirazione e amicizia sorte da un lavoro condiviso.
Per questo, un enorme GRAZIE a tutti quelli che in modo disinteressato hanno aiutato (e continueranno a farlo) a costruire Redes de Solidaridad.
 
Enrique González, Direttore di Redes de Solidaridad
Nueva Vida, Ciudad Sandino, 4 dicembre 2014
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
13/05/2021
Iniziative

Infocantieri 13 maggio

Arrivano i Cantieri 2021!! Ve li presenteremo giovedì 13 maggio ore 20.45 in un incontro online. Scopri come partecipare

05/05/2021
Convegni

“LÌ SONO INSERITI I POVERI, CON LA LORO CULTURA, I LORO PROGETTI E LE ...

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 3° webinar – mercoledì 5 maggio 2021, ore 18.30 – 20.00

28/04/2021
Convegni

TRA ASSISTENZA E ATTIVAZIONE: CONFRONTO TRA ESPERIENZE GENERATIVE

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 2° webinar – mercoledì 28 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00. Vedi la diretta su Youtube...

22/04/2021
Iniziative

Giornate di eremo - Al primo posto c’è l’amore

Giovedì 22 aprile h. 18.30 - Al primo posto c’è l’amore - I Cor 13, 1-13 a cura di don Matteo Rivolta - Responsabile Caritas Zona Pastorale di Varese. Iscriviti gratuitamente all'evento in diretta Youtube sul canale di Caritas Ambrosiana

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Cibo, buttiamo di più mentre altri non mangiano

A causa dello smart working e più ancora delle limitazioni anti Covid che hanno colpito in modo particolare il settore, bar e ristoranti acquistano una minore quantità di cibo.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...