STUDENTI VULNERABILI


L’impegno a casa di ogni studente richiede sforzo mentale, concentrazione, tolleranza della fatica e della frustrazione. Se ascoltiamo qualunque bambino o ragazzo parlare del carico di compiti assegnatogli emerge poca chiarezza dei docenti sulle consegne, mole di lavoro eccessiva o non pertinente alle spiegazioni dell’insegnante, prove all’orizzonte troppo ravvicinate e relative a parti troppo grandi di programma…

La fatica dell’apprendimento mette chiunque in una posizione di vulnerabilità, talvolta il mix di aspettative e ambizioni (dello studente e della famiglia) genera livelli variabili e diversamente gestiti di ansia con cui fare i conti. Ma quando questa fatica incontra una fragilità preesistente diventa sconforto e può trasformarsi in indifferenza e rigetto di tutto ciò che ha a che fare con la scuola.

Siamo abituati a considerare i ragazzi che frequentano i nostri doposcuola come soggetti fragili per la loro bassa resa scolastica, le difficoltà linguistiche, i disturbi dell’apprendimento, le scarse attenzioni educative in famiglia, una condizione sociale o un’identità culturale che a volte li mette a rischio per quanto riguarda l’inclusione nella nostra società.

È generalmente delicato rapportarsi con uno studente e in modo particolare con ragazze e ragazzi fragili, ci sono però molti modi per essere loro d’aiuto. Possiamo iniziare mettendo a disposizione la nostra esperienza umana e cognitiva di volontari ed educatori che sono stati studenti, possiamo attingere al bagaglio educativo e formativo che abbiamo accumulato nel corso della nostra vita, confrontarci col gruppo di volontari ed educatori con cui condividiamo l’esperienza doposcuola e tanto altro.

Affinché ogni studente riconosca la preziosa ricchezza che ha dentro di sé, creda nella possibilità di realizzarsi nella vita e scopra il valore dello studio è necessario costruire con lui relazioni di fiducia, sostegno e cura. Il doposcuola rappresenta questa opportunità e ogni volontario ed educatore che vi opera può concretamente accogliere questa vulnerabilità per consentire a ciascuno di riappropriarsi del proprio diritto di imparare.

Di questo ragioneremo nel seminario di sabato 14 gennaio orario 9.30-12.30 presso il salone di Caritas Ambrosiana insieme a:
Marisa Musaio, Professore Associato di Pedagogia Generale e della cura educativa - Università Cattolica del Sacro Cuore;
Arabella Ambiveri, coordinatrice professionale Ds Spazio Vita, Nova Milanese;
Carlo Casiraghi, coordinatore volontario Ds S.Michele e Santa Rita, Corvetto, Milano.

La mattinata sarà anche l’occasione per presentare alcuni dati sui doposcuola della Diocesi raccolti con l’ultima ricerca dell’Area Minori.
Se intendete partecipare compilate per favore il seguente form: https://forms.gle/e7TVQZ3vTWWJwsNfA
Per informazioni, contattateci al numero 02.76037265/259 oppure alla mail doposcuola@caritasambrosiana.it

Area Minori Doposcuola Caritas Ambrosiana
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Regali solidali
EVENTI E INIZIATIVE
13/06/2024
Convegni

20 anni di educazione al debito responsabile e di prevenzione dell’usu ...

Giovedì 13 giugno 2024 dalle ore 9:30 alle ore 12:30 - Università Cattolica del Sacro Cuore - Largo Agostino Gemelli 1 - Milano - Sala Pio XI. Iscriviti gratuitamente all'evento. Il convegno sarà dedicato ai temi del sovra indebitamento delle famiglie, delle disuguaglianze sociali ed economiche e del contrasto all’usura...

24/05/2024
Convegni

Disabilità e povertà nelle famiglie italiane

Venerdì 24 maggio alle 10.30 a Milano sarà presentata, alla presenza dell'Arcivescovo, la prima ricerca “Disabilità e povertà nelle famiglie"

20/05/2024
Convegni

Una riforma che si fa attendere

La Commissione Anziani di Caritas Ambrosiana propone uno spazio di confronto in cui fare il punto sulle politiche a favore delle persone anziane

17/05/2024
Iniziative

Fango - Storia di un'alluvione e di profonda umanità

Reading teatrale sull'alluvione in Emilia-Romagna.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Il pesce e la canna da pesca. Il lavoro è il vero aiuto
È l’antica, eterna storia del pesce e della canna da pesca. C’è un tempo per tendere la mano a chi è caduto, e c’è un tempo per camminare insieme a chi si è rialzato... Leggi qui

IN EVIDENZA
Tabella trasparenza
Trasparenza 2023

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2023 dalla pubblica ammini ...

La nostra offerta
Numero dedicato donatori
Vuoi fare del bene? Chiamaci...

02.40703424 è il nuovo numero da chiamare per sapere come fare del bene... meglio! Chiama il nostro numero dedicato ai donatori Caritas, riceverai tutte le info ...

Progetti in evidenza