Ecuador: a un mese dal terremoto

 
 
Ad un mese dal terremoto in Ecuador, avvenuto il 16 aprile 2016, la rete Caritas ha messo in moto un intervento che nei prossimi 12 mesi punta ad aiutare circa 700 famiglie (circa 3 500 persone), appartenenti a 8 comunità rurali della zona di Muisne, a ricostruirsi una vita dignitosa.

A causa del terremoto, 660 persone hanno perso la vita e più di 28 900 sono sfollate, in quanto hanno visto danneggiate le loro abitazioni. Le comunità di Esmeraldas e Manabì sono tra le più colpite: qui vi sono attualmente cumuli di macerie dove prima vi erano edifici, infrastrutture e proprietà private; a Manabì, in particolare, è stato danneggiato il 70% delle costruzioni.

Guarda le immagini raccolte da Caritas Internationalis


La rete Caritas, ha formulato un intervento di emergenza per un totale di 1,4 milioni che nei prossimi 12 mesi, in stretta collaborazione con Caritas Ecuador, conivolgerà quattro aree di intervento verso cui indirizzare gli aiuti: 

  • la sicurezza alimentare;
  • il supporto psicologico, sociale e spirituale;
  • la ricostruzione di abitazioni sicure;
  • il riavvio di attività produttive e di fonti di sostentamento.

In questa situazione di emergenza, un'attenzione particolare verrà data alle fascie più fragili della popolazione, quali i bambini, gli anziani, i disabili e le donne in gravidanza o con bambini molto piccoli a carico.

Continua, inoltre, la distribuzione di kit igienico-sanitari per le famiglie sfollate, azione fondamentale in una zona dove 9 ospedali sono stati gravemente danneggiati. 

Sono in corso anche collette alimentari messe in atto dal network delle parrocchie del territorio: tra queste e le comunità colpite si stanno attivando veri e propri gemellaggi per organizzare il sistema di aiuti alimentari, anche attraverso la creazione di mense comunitarie. 

Un altro aspetto da tenere in considerazione è la necessità della popolazione locale di avere figure di riferimento per un supporto spirituale e psicologico, in modo da riuscire a superare i traumi e i dolori dovuti alla perdita di una persona cara, della propria casa o del proprio lavoro. In questo senso, oltre ai centri d'ascolto creati per assistere ciascuno nel processo di ricostruzione della propria vita. A tal proposito, è stata creata una Commissione adibita alla gestione dell'assistenza spirituale e psicologica, composta da un sacerdote diocesano e da un equipe della Conferenza Ecuadoriana dei Religiosi.

Per ricucire le ferite esteriori, quelle che hanno segnato tanto l'ambiente quanto intere comunità, sono stati messi a disposizione dei materiali locali per la ricostruzione degli edifici. Gli operatori andranno in aiuto alle famiglie stesse, per contribuire alla creazione di abitazioni antisismiche

Nell'ultima parte del progetto annuale di Caritas, l'attenzione sarà ai mezzi di sostentamento, attraverso l'assistenza nella prima fase di avviamento di attività produttive agricole, in modo da aiutare intere famiglie a guadagnarsi un reddito dignitoso. 

Caritas Ambrosiana ringrazia tutte le persone e comunità che hanno risposto all'appello di solidarietà per la popolazione ecuadoriana. Ad oggi abbiamo raccolto 11.800 euro, di cui 10.000 inviati nei giorni appena successivi al sisma.

Vista la situazione attuale, viene rinnovato l'
appello di solidarietà per continuare a poter dare un contributo significativo alla rete Caritas operante in Ecuador. 

Per approfondire,puoi leggere qui:
- (18/04/2016) Terremoto in Ecuador: la rete Caritas è attiva 

- (24/04/2016) Terremoto in Ecuador: una settimana dopo 

COME DONARE

DONA ORA CON CARTA DI CREDITO

C.C.P. n. 000013576228 intestato Caritas Ambrosiana Onlus - Via S.Bernardino 4 - 20122 Milano.
C/C presso il Credito Valtellinese, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT17Y0521601631000000000578
C/C presso la Banca Popolare di Milano, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT51S0558401600000000064700
C/C presso Banca Prossima, intestato a Caritas Ambrosiana Onlus IBAN: IT97Q0335901600100000000348

CAUSALE: TERREMOTO ECUADOR

Le offerte sono detraibili/deducibili fiscalmente

 

 
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
21/04/2021
Convegni

SEGNALI DEL WELFARE CHE SARÀ

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 1° webinar – mercoledì 21 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

22/04/2021
Iniziative

Giornate di eremo - Al primo posto c’è l’amore

Giovedì 22 aprile h. 18.30 - Al primo posto c’è l’amore - I Cor 13, 1-13 a cura di don Matteo Rivolta - Responsabile Caritas Zona Pastorale di Varese. Iscriviti gratuitamente all'evento in diretta Youtube sul canale di Caritas Ambrosiana

28/04/2021
Convegni

TRA ASSISTENZA E ATTIVAZIONE: CONFRONTO TRA ESPERIENZE GENERATIVE

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 2° webinar – mercoledì 28 aprile 2021, ore 18.30 – 20.00

05/05/2021
Convegni

“LÌ SONO INSERITI I POVERI, CON LA LORO CULTURA, I LORO PROGETTI E LE ...

Oltre la dittatura dell'emergenza: neoassistenzialismo e generatività. 3° webinar – mercoledì 5 maggio 2021, ore 18.30 – 20.00

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Cibo, buttiamo di più mentre altri non mangiano

A causa dello smart working e più ancora delle limitazioni anti Covid che hanno colpito in modo particolare il settore, bar e ristoranti acquistano una minore quantità di cibo.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Quaresima 2021

I progetti proposti saranno realizzati in Albania, Sud Sudan e Thailandia. Vai alla pagina dedicata e scarica i materiali disponibili per promuovere i progetti

La nostra offerta
Progetti in evidenza
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...