Cena sospesa

Un gesto di amicizia verso uno sconosciuto: la tradizione napoletana del “caffè sospeso” vuole che il cliente del bar paghi due tazzine di espresso. Quella che ha bevuto e un’altra destinata a chi verrà dopo di lui. Il “caffè sospeso” è diventato “Cena Sospesa” durante Expo Milano 2015, dedicata ai temi della nutrizione e del diritto al cibo. L’iniziativa è poi proseguita oltre l’esposizione universale per coinvolgere le persone in un gesto concreto di aiuto a favore di chi è in difficoltà.
Un gesto di amicizia verso uno sconosciuto: la tradizione napoletana del “caffè sospeso” vuole che il cliente del bar paghi due tazzine di espresso. Quella che ha bevuto e un’altra destinata a chi verrà dopo di lui. Il “caffè sospeso” è diventato “Cena Sospesa” durante Expo Milano 2015, dedicata ai temi della nutrizione e del diritto al cibo. L’iniziativa è poi proseguita oltre l’esposizione universale per coinvolgere le persone in un gesto concreto di aiuto a favore di chi è in difficoltà.

Da settembre 2015 a marzo 2016 la rete dei ristoranti Cena Sospesa ha raccolto donazioni per una somma di 9.885 euro. Questa cifra, sommata al contributo offerto dagli enti promotori, ha permesso a Caritas Ambrosiana di distribuire alle persone in difficoltà, nello stesso periodo, 3.000 ticket restaurant dal valore di 5 euro l’uno, per un importo complessivo di 15mila euro.
 
Le risorse, raccolte dai volontari di Caritas Ambrosiana, presso i vostri locali sono state ridistribuite a persone che stanno attraversando un momento difficile.    
 
In particolare Caritas Ambrosiana ha scelto di selezionare una platea ristretta di beneficiari per massimizzare il contributo offerto e renderlo uno strumento efficace ad un percorso di emancipazione sociale. I criteri di selezione utilizzati sono stati dunque oltre al bisogno comprovato, la disponibilità dei soggetti ad attivarsi per superare la loro situazione di crisi. Attualmente dunque hanno ricevuto i ticket restaurant Cena Sospesa 21 persone, la metà delle quali sotto i 30 anni, inserite nei corsi di riqualificazione professionale. Tra queste 10 stanno svolgendo un corso di formazione come operatore pluriservizio nella ristorazione, 11 stanno frequentando un tirocinio formativo. Durante questo periodo ricevono a norma di legge un’indennità di frequenza troppo modesta per sostenere i costi della vita quotidiana. Il ticket diventa allora un utile integrazione al reddito.

Per saperne di più sull'iniziativa: www.cenasospesa.caritasambrosiana.it

12/05/2016
Cena Sospesa

Cena sospesa

Un gesto di amicizia verso uno sconosciuto: la tradizione napoletana del “caffè sospeso” vuole che il cliente del bar paghi due tazzine di espresso. Quella che ...

21/12/2015
Cena Sospesa

Per Natale regala una “cena sospesa”

Durante le feste natalizie “La Cena Sospesa” raddoppia. Per ogni euro lasciato nelle teche “La Cena Sospesa” dai clienti dei ristoranti che hanno aderito all’in ...

18/12/2015
Cena Sospesa

PER NATALE REGALA UNA “CENA SOSPESA”

A CHI HA PERSO IL LAVORO OGNI EURO DONATO VALE IL DOPPIO

15/07/2015
Cena Sospesa

Expo 2015, arriva a Milano “La Cena Sospesa”

Iniziativa per Expo 2015 - Un gesto di solidarietà e condivisione, per donare un pasto a chi è ...

newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
27/04/2019
Corsi di formazione

ll Progetto Personalizzato a Partire dall’Ascolto

I due incontri formativi si propongono di aiutare gli operatori a confrontarsi su criticità e buone prassi

30/04/2019
Iniziative

Infocantieri 30 aprile

Se sei un giovane dai 18 ai 30 anni che vive nella diocesi di Milano e quest'estate vuoi fare un campo estivo, vieni a sentire la nostra proposta

10/05/2019
Corsi di formazione

Cause di Migrazione e Contesti di Origine dei Richiedenti Protezione I ...

Corso di formazione di 12 moduli formativi distribuiti su sei giornate per conoscere i contesti di origine dei richiedenti protezione internazionale e le cause che li spingono a migrare

15/04/2019
Convegni

Dieci anni di storie. Le sarte rom (e non) di Taivé si raccontano

Da dieci anni il Laboratorio Taivé offre alle donne percorsi formativi finalizzati a un inserimento lavorativo. Inizialmente rivolto a donne rom con bassi livelli di istruzione, se non analfabete, Taivé ha successivamente coinvolto anche donne non rom (ex carcerate, vittime di tratta e di violenza domestica, rifugiate) fino a diventare un vero e proprio laboratorio multiculturale.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Decreto sicurezza. Un sistema di non accoglienza

Il Decreto sicurezza, al contrario di quanto promesso, produrrà una situazione di emergenza nel nostro Paese.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Cinque per mille
5 per mille

Codice fiscale: 01704670155 - Sostieni il Rifugio Caritas per persone senza dimora in modo semplice e gratuito. Dona il tuo 5 per mille, scarica il modulo pre-c ...

Progetti in evidenza
Quaresima di fraternità 2019

I progetti proposti saranno realizzati in Bosnia Erzegovina, Kenya, Perù e Siria. Vai alla pagina dedicata, scarica i materiali disponibili che abbiamo preparat ...

Emergenze in corso
Emergenza Profughi nei Balcani

Caritas Ambrosiana grazie alla collaborazione con il network di Caritas è attiva da tempo nell’Emergenza Profughi nei Balcani

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2018 dalla pubblica ammini ...