Giornata Mondiale migrante e rifugiato 2015



“CHIESA SENZA FRONTIERE, MADRE DI TUTTI”  è il tema scelto dal santo Padre come tema per la 101ª Giornata Mondiale del migrante e del rifugiato che la chiesa universale celebra la prossima domenica 18 gennaio 2015.
Per celebrare la ricorrenza, per riflettere sulle migrazioni e per comprendere meglio il fenomeno Caritas Ambrosiana e Ufficio per la Pastorale dei Migranti della Diocesi di Milano, con il contributo della Fondazione Prima Spes, vi invitano
 

domenica 18 gennaio 2015


10.30  S. Messa solenne
Chiesa di santo Stefano Maggiore, piazza Santo Stefano - Milano
14.30  presentazione e visione del film “Come il peso dell’acqua” di Andrea Segre e dibattito con il regista.
Salone Mons. Bicchierai Caritas Ambrosiana – via San Bernardino, 4 Milano

Al termine seguirà un rinfresco curato da “M’AMA FOOD – catering dal mondo” catering solidale a sostegno di donne rifugiate - straniere perseguitate, maltrattate o fuggite da paesi in guerra.
 
Presso la chiesa di Santo Stefano Maggiore sarà inoltre esposta la mostra fotografica Je Reviens di Giovanni Cobianchi che attraverso le immagini ripercorre a ritroso il viaggio di molti migranti per giungere in Italia.


 
CHIESA SENZA FRONTIERE, MADRE DI TUTTIperché, come richiama il Santo Padre, papa Francesco, nel suo messaggio “…la Chiesa allarga le sue braccia per accogliere tutti i popoli, senza distinzioni e senza confini e per annunciare a tutti che «Dio è amore» (1 Gv 4,8.16). …La Chiesa senza frontiere, madre di tutti, diffonde nel mondo la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, secondo la quale nessuno va considerato inutile, fuori posto o da scartare. Se vive effettivamente la sua maternità, la comunità cristiana nutre, orienta e indica la strada, accompagna con pazienza, si fa vicina nella preghiera e nelle opere di misericordia”.
Gli eventi dell’ultimo anno, con i tragici naufragi a Lampedusa e a largo di Malta dell’ottobre 2013, il successivo dibattito politico e la conseguente operazione l’operazione Mare Nostrum, ora sostituita dalla missione UE denominata “Triton” hanno per un verso ripresentato con forza agli occhi di tutti i drammi connessi alla migrazione e invitato ad aprirsi alla riflessione. Parallelamente però l’attuale situazione economica ha fatto emergere timori e chiusure verso il “diverso” troppo spesso sfociate in tensioni e conflitti sociali come sottolinea sempre il Santo Padre “…Oggi tutto questo assume un significato particolare. Infatti, in un’epoca di così vaste migrazioni, un gran numero di persone lascia i luoghi d’origine e intraprende il rischioso viaggio della speranza con un bagaglio pieno di desideri e di paure, alla ricerca di condizioni di vita più umane. Non di rado, però, questi movimenti migratori suscitano diffidenze e ostilità, anche nelle comunità ecclesiali, prima ancora che si conoscano le storie di vita, di persecuzione o di miseria delle persone coinvolte. In tal caso, sospetti e pregiudizi si pongono in conflitto con il comandamento biblico di accogliere con rispetto e solidarietà lo straniero bisognoso”.
Occorre quindi raccogliere l’invito di Papa Francesco che chiede alla chiesa di “assumersi nuovi impegni di solidarietà, di comunione e di evangelizzazione. I movimenti migratori, infatti, sollecitano ad approfondire e a rafforzare i valori necessari a garantire la convivenza armonica tra persone e culture. A tal fine non può bastare la semplice tolleranza, che apre la strada al rispetto delle diversità e avvia percorsi di condivisione tra persone di origini e culture differenti. Qui si innesta la vocazione della Chiesa a superare le frontiere e a favorire «il passaggio da un atteggiamento di difesa e di paura, di disinteresse o di emarginazione ... ad un atteggiamento che abbia alla base la ‘cultura dell’incontro’, l’unica capace di costruire un mondo più giusto e fraterno» (Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2014)”.
La Chiesa, le Istituzioni o il Terzo settore non possono però essere soli di fronte a questa sfida, sempre il Santo Padre ricorda che “…I movimenti migratori hanno tuttavia assunto tali dimensioni che solo una sistematica e fattiva collaborazione che coinvolga gli Stati e le Organizzazioni internazionali può essere in grado di regolarli efficacemente e di gestirli. In effetti, le migrazioni interpellano tutti, non solo a causa dell’entità del fenomeno, ma anche «per le problematiche sociali, economiche, politiche, culturali e religiose che sollevano, per le sfide drammatiche che pongono alle comunità nazionali e a quella internazionale» (Benedetto XVI, Lett. Enc. Caritas in veritate, 29 giugno 2009, 62)”.
…Alla solidarietà verso i migranti ed i rifugiati occorre unire il coraggio e la creatività necessarie a sviluppare a livello mondiale un ordine economico-finanziario più giusto ed equo insieme ad un accresciuto impegno in favore della pace, condizione indispensabile di ogni autentico progresso.
 
 
Per saperne di più sul film clicca qui

Per saperne di più sulla mostra fotografica clicca qui

 
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter
Emergenza Coronavirus - Dona ora
EVENTI E INIZIATIVE
28/05/2020
Iniziative

Finestre sul mondo

Ciclo di 4 incontri online aperto ai giovani. In questo primo appuntamento viaggeremo lungo la rotta balcanica insieme a Silvia Maraone coordinatrice progetti a tutela dei rifugiati e richiedenti asilo per IPSIA e Caritas Italiana

27/05/2020
Iniziative

Giovani creativi nella carità

Il Servizio per i Giovani e l'Università e la Caritas Ambrosiana invitano i giovani (18-30enni) a partecipare ad un mini percorso fomativo, articolato in tre incontri online, sul tema della Carità e della solidarietà.

23/03/2020
Convegni

Carità è missione - RINVIATO A DATA DA DESTINARSI

42° Convegno Nazionale delle Caritas Diocesane Evento rinviato a data da destinarsi

09/03/2020
Convegni

Occasioni di futuro - Gli atti del Convegno mondialità

Sabato 22 febbraio 2020 si è tenuto il Convegno mondialità "Occasioni di futuro". In questo post potete trovare i materiali degli interventi dei singoli relatori

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Coronavirus - Caritas aiuta i lavoratori precari

Sotto la Milano dei grattacieli da primato e delle “week” è sempre esistita la città del lavoro precario, intermittente e in nero.

.... Leggi qui

IN EVIDENZA
Progetti in evidenza
Emergenze in corso
Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2019 dalla pubblica ammini ...

Lasciti testamentari
Lasciti Testamentari

Scegli di fare un dono nel testamento a favore di Caritas e sarai per sempre al fianco di chi ha più bisogno.