Gli sfollati in Centrafrica tornano a casa


A causa dello scoppio della crisi in Repubblica Centrafricana, accentuata dagli avvenimenti del 26 settembre 2015, com’è noto, si è creata una situazione che ha costretto popolazioni intere a spostarsi.


La situazione degli sfollati interni (déplacés) è sempre stata una preoccupazione per Caritas Bangui, viste le difficili condizioni di vita degli stessi all’interno dei siti di aggregazione. Caritas Bangui si è fatta carico del problema ed ha portato sostegno sia materiale che morale alle vittime che hanno perso tutto e che vivevano in situazioni particolarmente disagiate e disumane.

Dopo la sua visita a Bangui dal 29 al 30 novembre 2015, il santo Padre aveva espresso l’auspicio di aiutare le realtà che aveva potuto visitare, in particolare attraverso un aiuto ai déplacés facilitando il loro rientro a casa o nei propri villaggi, un miglioramento della condizione dei bimbi malati del Complesso Pediatrico di Bangui e la promozione di una convivenza pacifica tra cristiani e musulmani attraverso la ricostruzione della scuola di San Mattia dove i ragazzi delle due comunità studiavano e crescevano insieme.


All’interno di questo quadro, con l’appoggio della Fondazione Cariplo, Caritas Ambrosiana ha sostenuto Caritas Bangui nell’accompagnamento di un percorso di rientro a casa dei deplacés permettendo loro di ritrovare condizioni di vita dignitose anche attraverso la disponibilità di fondi per l’avvio di attività generatrici di reddito.

In particolare ci si è concentrati sulle famiglie rifugiatesi all’interno del Seminario Maggiore. Da quel momento, dopo il lancio dell’iniziativa, alla presenza del Nunzio Apostolico, dell’Arcivescovo di Bangui, della direttrice di Caritas Bangui, del rappresentante dell’Alto Commissariato per i rifugiati e dei funzionari del Ministero degli Affari Sociali si è cominciato il programma di rientro. In fasi successive, per gruppi di famiglie, si è arrivati a permettere la realizzazione del progetto per 499 nuclei familiari.

newsletter
Iscriviti alle nostre newsletter
Dona ora per i progetti Caritas
EVENTI E INIZIATIVE
25/10/2018
Convegni

Per una giustizia almeno un poco più giusta

Tre incontri sulla giustizia penale da ottobre 2018 a gennaio 2019

09/11/2018
Corsi di formazione

Affido Familiare per Adolescenti Migranti Non Accompagnati

Corso per interessati all'affido

10/11/2018
Convegni

GIORNATA DIOCESANA CARITAS

Al termine del Sinodo dei Vescovi, il convegno diocesano avrà un'attenzione particolare verso i giovani.

26/09/2018
Corsi di formazione

Le tratte: elementi di comprensione e strumenti di intervento

Il corso di formazione “Le tratte: elementi di comprensione e strumenti di intervento” si compone di due moduli: un modulo di inquadramento generale rispetto alla normativa e al fenomeno, e un secondo modulo di approfondimento dedicato ai luoghi dell’emersione delle vittime di tratta, la rete dei servizi e alla Nigeria in quanto principale paesi di arrivo delle persone inserite nei percorsi di protezione.

EDITORIALE

Del Direttore: 
Luciano Gualzetti



 
Perché ce la prendiamo con chi sta peggio?
Si è appena conclusa un’estate caldissima e non solo in senso metereologico. L’opinione pubblica si è di nuovo infiammata sul tema dell’immigrazione. Leggi qui

IN EVIDENZA
Emergenze in corso
Emergenza terremoto Haiti

Primi aggiornamenti dai colleghi di Caritas Port de Paix dopo il terremoto dello scorso 6 ottobre 2018. Lanciata una raccolta fondi

Rendicontazioni
Trasparenza

Ai sensi di quanto previsto dalla legge 124/2017, si comunica quanto la Fondazione Caritas Ambrosiana ha ricevuto nel corso dell’anno 2017 dalla pubblica ammini ...

Lasciti testamentari
Lasciti Testamentari

Scegli di fare un dono nel testamento a favore di Caritas Ambrosiana e sarai per sempre al fianco di chi ha più bisogno. Da oltre 50 anni Caritas Ambrosiana ope ...

Progetti in evidenza